The Rideouts



Bio The Rideouts di Trieste

Il progetto The Rideouts (slang jazzistico che individua l’ultimo ritornello prima della chiusura di una canzone) nasce nel 2003 a Liverpool (UK) dall’estro di Massimiliano Scherbi. Conclusa la sua esperienza con il gruppo Earl Grey, fondato dall’ex chitarrista dei Bullyrag, Stewart Boyle, Scherbi decide di dar voce ad un nuovo progetto musicale e nasce così – nell’aprile del 2005 – un EP di quattro brani, registrato da Andy Bowes ai Crash Studios di Liverpool, con Jay Irving (Simple Minds, Spandau Ballet, Nate James, Christians) alla batteria.

Una volta rientrato in Italia – nell’agosto del 2005 – Massimiliano Scherbi incrocia il suo percorso musicale con quello di Andrea D’Ostuni e di Gianpiero de Candia grazie ad un amico comune, Manlio Milazzi, ed al suo progetto blues/jazz chiamato Tillamook che nel febbraio del 2009 li porterà a rappresentare l’Italia all’IBC di Memphis, Tennessee (USA).

Alcuni mesi dopo Scherbi lascia i Tillamook e si dedica esclusivamente al progetto The Rideouts al quale si uniscono anche de Candia e D’Ostuni rispettivamente al basso e alla batteria.

Con questa line-up viene registrato l’album d’esordio, “The Storm After The Calm”, che esce nel novembre del 2009. L’album riceve delle recensioni positive e passaggi radiofonici soprattutto fuori dai confini nazionali e in particolar modo in USA e UK.

Nei primi mesi del 2012 iniziano le sessioni per la registrazioni del secondo lavoro che vede alla batteria la presenza di Matteo Moggioli.

L’album – dal titolo “All Day & All Night” – verrà pubblicato alla fine di giugno.

I The Rideouts sono: Massimiliano Scherbi: voce, chitarra – Gianpiero de Candia: voce, basso – Matteo Moggioli: voce, batteria